Perché Milangeles?

Milano come Los Angeles. Il paragone non c’entra nulla, ma suona bene. E’ una delle tante contraddizioni di cui è affetta l’autrice di questo blog.  E che caratterizzano anche Milano.

C’è la Milano della Moda, dello showbiz. Che vuole essere la capitale del Nord, il volto italiano in Europa e nel mondo. La città delle occasioni da cogliere al volo, delle vite intense e veloci. E c’è la Milano fatta di comitati di quartiere e mercatini solidali. Di giardinetti sotto casa e piste per le bocce. Che parla ancora la lingua della Mediolanum sorta attorno ai Navigli. La prima è smart, vitale, seducente. La seconda è nascosta, delicata, profuma di antico. Procedono su due binari paralleli, ogni tanto si incontrano senza creare incidenti.

Provo a descrivere tutto ciò che di bello e di brutto succede sotto la Madunina. Le mostre che nessun giornale pubblicizza, gli eventi che rischiano di passare inosservati, le storie di vita milanese che aspettano di essere raccontate.  Oppure le mostre, gli eventi e le storie di cui parlano proprio tutti, ma visti sotto una lente diversa.

Questa è “Milano secondo me”: tutto quello che trovate qui – dalle foto alla scelta dei colori – è una personale interpretazione. Semplice, ma spero non banale. Che vuole evitare i ragionamenti impegnati a tutti i costi, senza però porgere la guancia alla stupidità.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s